lunedì 12 settembre 2011

Come back home!

Tornata a casa! Dopo 22 giorni trascorsi a Londra. Nella frenetica, caotica, gentile Londra. Un gruppo fantastico, dei professori disponibili che diventavano genitori, educatori, amici ogni volta che era necessario.
Sono cambiate parecchie cose. Sono nate amicizie, cambiate, MESSE ALLA PROVA.
Una cosa fondamentale è stata quella del rispetto per gli altri. Eravamo tutte persone con caratteri diversi ed interessi diversi, nonostante questo siamo stati bene. Non sono mancate le discussioni che però duravano poco e niente, gli abbracci, le risate e il nostro motto "UPSIDE DOWN".
La diversità è una cosa che ho sempre accettato (non quella esagerata però..), ma grazie a questa esperienza ho potuto vedere più da vicino cosa c'è dietro ogni mondo. Cosa ognuno racchiude in se stesso e non fa uscire. Gli sguardi, le espressioni stanche e i nervi tesi. Ma anche i sorrisi, le battute, le confidenze.

E' stata una esperienza che ha segnato, che ha dato modo di crescere e capire. Che ha dato emozioni, fatto capire l'importanza dei valori e del distacco. Una sorta di prova per le scelte future, per chi lascerà tutto qui per l'università, e per chi al contrario vuole restare perchè sente troppo la mancanza. Per la differenza delle abitudini, della cultura, del cibo -che non è per niente come quello italiano. Un'opportunità unica e, spero, ripetibile!

2 commenti:

  1. Bentornata Simo!
    come è andato il viaggio?

    RispondiElimina
  2. Grazie Nippo=) bene bene.. quando sono rientrata ho risentito del fuso orario, anche se era di poco! Infatti mi ci è voluta una settimana per riprendermi del tutto.. il pomeriggio sui libri mi si chiudevano gli occhi da soli!

    RispondiElimina